La voce dell'opposizione

Albisola e il non-decoro urbano

Questa estate il nostro gruppo consiliare ha già evidenziato, tramite un manifesto dettagliato affisso sugli spazi pubblici, le gravi mancanze di questa amministrazione.

Aggiungiamo ora a queste osservazioni un ulteriore capitolo attinente al decoro urbano che, però non si limita alla semplice critica.

Abbiamo già accennato al degrado diffuso sulla passeggiata Eugenio Montale e lungo via Casarino nell’ex area industriale, e riteniamo necessario parlare dell’esempio di “grande bruttezza” diffuso sul nostro territorio: l’ex distributore IP di corso Ferrari.

Tale edificio si contraddistingue per il suo stato di abbandono e per essere ben visibile lungo la principale arteria che collega Albisola sia con la riviera che con l’entroterra.

Ormai da molti anni si parla di una trasformazione di tale immobile per fini residenziali ma, a quanto pare, tale operazione sembra non decollare e, ogni anno, l’edificio diventa sempre più degradato e degradante per chi, in teoria, dovrebbe scegliere se fermarsi ad Albisola o proseguire oltre verso città più decorose.

In tutti questi anni l’amministrazione non ha mai trovato una soluzione, anche momentanea, che risolverebbe molti problemi attinenti alla semplice decenza urbana. In molti comuni italiani è solito coprire gli edifici in via di ristrutturazione con spazi pubblicitari da esterno; in tal modo i cantieri rimangono non visibili all’esterno ma, soprattutto, il proprietario dell’immobile ottiene un ricavo dalla ditta che reclama lo spazio pubblicitario.

Per facilitare questo passaggio basterebbe una delibera di giunta o un Regolamento per il decoro estetico ambientale e urbano più stringente e dettagliato rispetto alle normative comunali presenti. E’ già possibile attingere ispirazioni - ad esempio - nel leggere alcuni regolamenti comunali esistenti, lungo lo stivale, dove viene data molta importanza al buono stato di conservazione degli edifici; in particolar modo su cose fondamentali quali la stabilità e il decoro. In tali regolamenti è peraltro possibile inserire una misura rafforzativa per l’amministrazione ovvero l’ammenda per i proprietari inadempienti.

Per amministrare bisogna aver coraggio di fare scelte difficili, sarà l’amministrazione in grado di accettare la sfida?

Gruppo di minoranza “Insieme per Albisola - Vezzolla sindaco”