In evidenza

65 chilometri di sentieri per un turismo sostenibile

Completata la rete dei sentieri nel territorio di Albisola Superiore.

Il progetto di recupero della rete sentieristica, nato nel 2018, è stato pensato, realizzato e finanziato dall’Assessorato al Turismo e allo Sport del Comune di Albisola Superiore e dal Progetto SPRAR (oggi SAI) e reso possibile grazie alla collaborazione di AIB Protezione Civile di Albisola Superiore e di tanti volontari.

Il progetto è nato per rivalutare percorsi preesistenti, di differente valenza ed importanza, orientati a sviluppare nuove forme di esperienza e fruizione turistica nell’ottica di ampliare il turismo sportivo e outdoor.

I percorsi escursionistici, diversi per lunghezza, difficoltà e dislivello, si sviluppano a partire da tre zone differenti della città: località Superiore, Luceto ed Ellera. Gli itinerari interessano il centro urbano e i crinali delle valli dei due torrenti che attraversano Albisola e si sviluppano su circa 65 chilometri unendo in questo modo sport e benessere alla conoscenza dei beni storici, artistici e culturali del territorio.

Nel 2019 sono stati inaugurati i primi due sentieri “Superiore - Castellaro - Pace” e “Luceto - Pian del Pero - Luceto” e successivamente il progetto è proseguito, consentendo un notevole implemento della rete sentieristica, grazie al lavoro di tanti volontari che ha permesso di recuperare percorsi esistenti, aprire nuovi sentieri e tracciarli con i segnavia assegnati dalla Federazione Italiana Escursionismo (FIE). Sono nati così i percorsi “Luceto - Ellera” e l’anello “Ellera - Bric Beia - Ellera” sviluppando il collegamento fra due importanti zone di Albisola, la frazione di Ellera e quella di Luceto, con il suo piccolo centro storico caratterizzato dalla chiesetta della Madonna del Carmine e la chiesa di San Matteo con un suggestivo presepe meccanico che è la riproduzione di Albisola Superiore fine ‘800 in scala 1:50.

L’ultima fase del progetto ha visto l’importante lavoro di recupero, ripristino e successiva tracciatura di un lungo sentiero che ha dato vita a due diversi percorsi ad anello, “Ellera - Le Cerce - Bric Beia - Ellera” e “Ellera - Le Cerce - Monte San Giorgio - Crovaro - Ellera”, che finalmente permettono di collegare Albisola Superiore all’Alta Via dei Monti Liguri, l’itinerario escursionistico a tappe, lungo circa 440 chilometri, che attraversa tutta la regione.

Oltre ai percorsi segnalati, la rete escursionistica albisolese è arricchita da alcuni sentieri di collegamento, recuperati e segnati, che consentono di creare alternative nei tracciati implementando l’offerta nei confronti degli appassionati di outdoor.

Spiega l’Assessore al Turismo e allo Sport Luca Ottonello: “Percorrere i sentieri nel verde, poter stare all’aperto e respirare a pieni polmoni i profumi della Liguria rappresentano un’arma vincente per affrontare l’emergenza epidemiologica attualmente in atto nonché scoprire una nuova concezione di turismo sostenibile, lento e consapevole”.